relatori docenti

Food Talk su fake news e fermentazione: la seconda tappa del progetto “Ristorazione, qualità e territorio”

18.10.2019 - Italia

Di cosa parliamo quando parliamo di cibo? 
Mercoledì 16 ottobre il campus di Bolzano ha ospitato il secondo importante evento del progetto “Ristorazione, qualità e territorio”: un Food Talk moderato dal Direttore Generale Markas Evelyn Kirchmaier-Kasslatter. L’incontro prevedeva un approfondimento con i massimi esperti dei rispettivi settori: il prof. Lucio Lucchin, Direttore dell’Unità operativa complessa di dietetica e nutrizione clinica del Comprensorio sanitario di Bolzano, e il prof. Marco Gobbetti, Professore della Facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano e uno dei maggiori esperti italiani di Microbiologia degli Alimenti. 

Nutrizione e salute tra miti alimentari e fake-news da una parte, la tecnica della fermentazione e l’innovazione della tradizione dall’altra: questi i due temi legati al mondo dell’alimentazione che al hanno caratterizzato Food Talk di ieri. 
Lucio Lucchin
Il prof. Lucio Lucchin spiega così il suo intervento all’università di Bolzano: “Essendo un bisogno primario dell’uomo, la nutrizione è un tema da non trascurare. Oggigiorno il cittadino comprende l’importanza del binomio alimentazione-salute ed è assetato d’informazioni, ma il livello di conoscenza richiesto per districarsi nella sovrabbondanza di false notizie è sempre più elevato. Quasi 9 milioni di italiani sono soggetti a fake news e non meno di 15 milioni vanno sul web a cercare notizie su nutrizione e salute. Questa tematica fa girare nel mondo circa 400 miliardi di dollari all’anno, cifra che spiega il tanto interesse”. 
Marco Gobbetti
Il prof. Marco Gobbetti ha invece tenuto un intervento sul tema della fermentazione: “ La fermentazione storicamente nasce come un evento accidentale e astratto. Poi l’uomo è stato particolarmente abile ad utilizzare la fermentazione per diversificare le produzioni e migliorarne le caratteristiche nutrizionali, facendo sì che questa divenisse patrimonio culturale. In Alto Adige sono innumerevoli i prodotti ottenuti mediante fermentazione: dallo speck, alla birra, ai formaggi, ai crauti, ai diversi tipo di pane. Tutti hanno delle caratteristiche vantaggiose rispetto agli altri tipi di alimenti. Inoltre, in ottica di sostenibilità la fermentazione rappresenta uno degli strumenti più efficaci e a basso costo ed impatto per riciclo di sottoprodotti e surplus del settore alimentare”.

Scopri le ultime novità del mondo Markas


Gentile visitatore, il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte
Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.