Sara Dalprà, la Responsabile Formazione di Markas, durante la presentazione sull'integrazione dei Millenial e della Generazione Z nel mondo del lavoro

Le generazioni di domani nell'azienda di oggi: l'esperienza di Markas

06.02.2020 - Germania - Italia - Austria - Romania

Davanti alle sfide imposte dalla crescente digitalizzazione, come può un’azienda continuare ad attirare giovani talenti? Come riuscire a motivare le nuove generazioni che entrano in azienda? E cosa fa un’azienda come Markas per fornire loro una formazione adeguata dopo l’entrata nel mondo del lavoro?

In occasione del decimo anniversario del campus JobTrainer di Trento, la nostra Responsabile Formazione Sara Dalprà è stata invitata a parlare di lavoro e nuove generazioni. Tra i temi approfonditi: come i giovani possono integrarsi nel mondo del lavoro e come possono continuare la loro formazione dopo aver iniziato a lavorare. L'obiettivo della manifestazione era soprattutto quello di riflettere sulla didattica legata alla digitalizzazione e di promuovere sia l'innovazione che il legame dei giovani con il territorio. L'evento si è focalizzato anche sui 4 paradigmi per la formazione delle nuove generazioni in azienda.
Durante la sua presentazione, Sara ha raccontato che oggi sia le generazioni Millenium e Z da una parte sia le aziende dall’altra devono misurarsi con i temi legati a ingresso nel mondo del lavoro, formazione e arricchimento professionale. Partendo da queste considerazioni, Sara ha presentato i 4 paradigmi sviluppati insieme a JobTrainer e declinati sull’esperienza di Markas per illustrare le iniziative intraprese dalla nostra azienda nella promozione della formazione e sviluppo dei collaboratori.
La formazione continua dei collaboratori viene costantemente sviluppata nell'azienda di servizi Markas

I 4 paradigmi per la formazione delle nuove generazioni in azienda

Paradigma 1: Non si smette mai di imparare

Un tempo si era abituati a pensare che tutto quello che occorre sapere al lavoro si potesse imparare sui banchi di scuola e che, una volta entrati in un’azienda, si sarebbe rimasti a lavorare lì fino alla pensione. Oggi però il mondo del lavoro è cambiato: il nostro processo di apprendimento non si arresta una volta che abbiamo in tasca il diploma di scuola superiore o università. Anzi, è fondamentale continuare a formarsi e imparare, perché più siamo a contatto con persone e situazioni diverse, più impariamo a gestire qualunque sfida.

Come viene sviluppato questo paradigma in Markas?
In Markas sostenere la formazione dei collaboratori è una priorità assoluta. Ogni anno i collaboratori hanno la libertà di scegliere un corso di formazione gratuito in linea con la propria area professionale, in modo da essere sempre aggiornati sulle novità e i trend del settore. Anche il “Diversity Management” ricopre un ruolo fondamentale in azienda per incentivare lo scambio tra le diverse generazioni: i collaboratori delle vecchie e delle nuove generazioni sono invitati a entrare in dialogo fra loro per scambiarsi esperienze e idee. Infine, un ulteriore passo avanti per la promozione dei giovani talenti è stato fatto con il progetto Markas Seeds lo scorso anno.
Markas si affida a un processo di coaching e mentoring per supportare costantemente i propri collaboratori

Paradigma 2: Si impara dall‘esperienza

Se prima si credeva che si potesse imparare solo andando a scuola o all’università e che ciascuno dovesse formarsi da solo, oggi sappiamo che il modo migliore per imparare è mettersi alla prova e riflettere poi sulle proprie azioni e decisioni. L’apprendimento è un processo senza fine che si basa sullo scambio e sull’interazione con altri individui. È importante imparare ad apprendere, ad adattarsi, a interagire con gli altri e a svilupparsi.

Come viene sviluppato questo paradigma in Markas?
Markas ha introdotto un processo di coaching e mentoring che vede il responsabile non come un capo convenzionale e tradizionale, ma più come un coach in costante scambio con il suo team e che lo supporta nello sviluppo professionale attraverso feedback costruttivi. In questo contesto ha sempre più importanza capire come gestire al meglio il personale e in Markas si è scelto di concentrarsi su due punti principali: la motivazione e la partecipazione dei collaboratori.
Markas offre ai propri collaboratori la possibilità di smartworking, una piattaforma con vantaggi aziendali e video interviste per i nuovi candidati

Paradigma 3: Le tecnologie digitali influenzano le nuove generazioni

Millennials, Generazione Z e le altre nuove generazioni sono abituate a essere circondate dal digitale: occuparsi di social network e altri servizi digitali è per loro all’ordine del giorno. Ma la domanda è: i giovani e le aziende parlano ancora lo stesso linguaggio? 

Come gestisce Markas questo paradigma?
Al fine di rispondere alle esigenze dei collaboratori, Markas ha introdotto diversi progetti che hanno l’obiettivo di conciliare al meglio lavoro e vita privata. Gli impiegati Markas presso le sedi di area hanno la possibilità di beneficiare regolarmente dello of smart working, ovvero di lavorare da casa. Invece dallo scorso anno i candidati per un posto di lavoro possono scegliere di sostenere il proprio colloquio via videointervista. In questo modo, i candidati possono pianificare meglio il tempo del colloquio nella loro routine quotidiana e allo stesso tempo risparmiare tempo e denaro per il viaggio verso la sede del colloquio. Infine, Markas dispone di una piattaforma digitale di benefit aziendali con numerosi vantaggi, attraverso la quale ogni collaboratore può accedere individualmente ad offerte di varie categorie come il tempo libero, la moda, le vacanze, la cultura e molto altro ancora.
Da Markas, tutte le porte sono aperte ai dipendenti. Sono incoraggiati a provare cose nuove e a contribuire con le loro idee.

Paradigma 4: Competenze imprenditoriali per le professioni di domani

“Crediamo che ognuno sia artefice del proprio destino. Per quanto riguarda il futuro professionale, cerchiamo sempre di lasciare aperte ai nostri collaboratori tutte le possibilità. Per noi è importante che i nostri collaboratori possano fare nuove esperienze, portare le proprie idee senza dover seguire forzatamente regole prestabilite. Se non facessimo così, i metodi di lavoro e i processi di lavoro non verrebbero ottimizzati o sviluppati ulteriormente. Rimarresti sempre allo stesso vecchio livello", ha raccontato Sara. “Al giorno d'oggi è importante essere in grado di adattarsi ai cambiamenti in corso. Per noi significa che ci aspettiamo che i nostri dipendenti siano proattivi. Naturalmente, questo include anche il non aver paura di commettere errori. In questo contesto bisogna anche imparare ad affrontare i problemi, come risolverli in modo rapido ed efficiente e cosa si può fare per evitarli in seguito".

SCOPRI LE NOVITÀ DI MARKAS


Gentile visitatore, il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte
Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.